...i miei tesori non luccicano né tintinnano,
essi brillano nel sole e nitriscono nella notte...

 

 

Chi Siamo

 
CHI SIAMO

IHP è un'associazione indipendente per la tutela dei cavalli e degli altri equidi.

Contrastiamo abusi e maltrattamenti e ci battiamo per un cambiamento legislativo e culturale che porti al riconoscimento dei diritti dei cavalli, anche attraverso campagne di sensibilizzazione basate sulle conoscenze scientifiche.

Accogliamo e recuperiamo equidi sequestrati per maltrattamento, che ospitiamo nel nostro Centro di recupero.

Non riceviamo alcun finanziamento pubblico, né rimborsi dalle Procure per la custodia giudiziaria dei cavalli.

 

COSA FACCIAMO
IHP agisce su diversi livelli:

Denunce: denunciamo i casi di maltrattamento e supportiamo le Autorità in caso di sequestri.

Investigazioni: sviluppiamo attività investigative per portare alla luce situazioni di maltrattamento e di sfruttamento.

Salvataggio: recuperiamo cavalli maltrattati e li ospitiamo al Centro di recupero.

Cura: nella nostra struttura e in quelle a noi collegate, i cavalli ricevono cure veterinarie adeguate alle loro esigenze.

Riabilitazione: molti cavalli che arrivano da noi hanno problemi comportamentali dovuti alle violenze subìte. Ci occupiamo della loro riabilitazione psicologica per aiutarli a ritrovare il loro equilibrio o per infondere fiducia negli umani.

Adozioni: troviamo nuove famiglie per alcuni dei cavalli recuperati, dopo un’attenta selezione dei potenziali adottanti.

Tutela: promuoviamo nuove leggi sulla tutela dei cavalli, o il miglioramento di quelle esistenti.

Informazione e sensibilizzazione: cerchiamo di migliorare il rapporto tra umani e cavalli attraverso la divulgazione scientifica.
 

I CAVALLI IN ITALIA
Nella legislazione italiana il cavallo non ha alcun riconoscimento particolare, mentre sono in molti a considerarlo un animale d’affezione alla stregua del cane e del gatto: un essere vivente da rispettare e tutelare.

Purtroppo, quella che è un’esigenza sempre più sentita non è recepita dall’attuale normativa, che ancora oggi li considera beni di consumo.

Gli equidi, infatti, sono gli animali in assoluto più sfruttati, nel senso che il loro uso (spesso abuso) è il più diversificato: li troviamo nell’ippica, nei cosiddetti sport equestri, nelle corse clandestine, nei palii, nei maneggi, a tirare carrozze per turisti, nei circhi, fino ad arrivare alla macellazione, alla sperimentazione, e alla produzione di pellami e farmaci. La maggior parte di queste pratiche viene svolta senza alcun rispetto della vita e della sofferenza di questi nobili animali.

Le attuali leggi sono ampiamente insufficienti a garantire loro la tutela necessaria e a punire adeguatamente i maltrattamenti.


IL CENTRO DI RECUPERO

IHP gestisce il primo Centro di recupero in Italia per equidi maltrattati e sottoposti a sequestro (Legge 189 del 2004). Il Centro è stato riconosciuto con Decreto dal Ministero della Salute il 23 dicembre 2009.

Qui i cavalli vivono in libertà e beneficiano di programmi di recupero sia fisico che psicologico finalizzati a riportarli in condizioni di benessere ed equilibrio.

Le condizioni ambientali sono il più possibile simili a quelle naturali: vivono in gruppo in ampi spazi dove possono soddisfare i loro bisogni primari e cioè stare insieme ai propri simili, sviluppare relazioni sociali e pascolare.