Horse Protection
Italiano English
Ancora un’atroce morte in ippodromo: fino a quando dovremo assistere impotenti?

Ancora un’atroce morte in ippodromo: fino a quando dovremo assistere impotenti?
(2 ottobre 2012)

Domenica 30 settembre, ancora presso il famigerato impianto di Merano, durante il Gran Criterium d'Autunno, un cavallo è stato vittima di una rovinosa caduta a seguito della quale è stato soppresso.

Le immagini sono penose: Errante, di soli 3 anni, cade rovinosamente durante il salto di una siepe. Ha una gamba rotta (e forse altri traumi) ma si rialza e tenta di camminare con la gamba penzoloni. Di lì a poco verrà soppresso dal veterinario. GUARDA IL VIDEO (ci scusiamo per la qualità delle immagini)

Anche Errante - come Catbar, Nobel, Mister Red Shine e chissà quanti altri – lascia la sua giovane vita in ippodromo nel più assoluto silenzio generale: non una parola da parte delle associazioni ippiche, preoccupate solo a litigare tra di loro ed a chiedere soldi al Governo nel tentativo di rilanciare il settore, né da parte degli addetti ai lavori.

Altri quattro cavalli sono caduti in una successiva gara, il Gran Premio merano Forst. Non ne conosciamo le condizioni di salute. Guarda il video

L'IHP è contraria all'utilizzo di cavalli nell'ippica e negli sport equestri, ma nell'immediato chiediamo al Ministero dell'Agricoltura di intervenire e di imporre delle regole per fermare questo scempio, dettato dalla scarsa professionalità di allevatori e allenatori che spesso mandano in pista, a correre gare di salto, cavalli che fino al giorno prima correvano in piano con deludenti risultati. Cavalli, quindi, non preparati ad affrontare siepi ed ostacoli.