Horse Protection
Italiano English
CHI SIAMO


 
CHI SIAMO
IHP Italian Horse Protection Onlus opera sul territorio nazionale per la tutela dei cavalli e degli altri equidi.
Combatte gli abusi e i maltrattamenti e lavora per un cambiamento normativo e culturale che porti al riconoscimento dei loro diritti, anche attraverso la divulgazione scientifica.
Inoltre si occupa del salvataggio e del recupero di equidi maltrattati e posti sotto sequestro giudiziario, che ospita presso il proprio Centro di recupero.

COSA FACCIAMO
IHP agisce su diversi livelli:
Denuncia: verifica le segnalazioni dei cittadini e denuncia i maltrattamenti, supportando le Forze dell'Ordine nell'esecuzione dei sequestri.
Investigazioni: svolge attività di investigazione per portare alla luce situazioni di sfruttamento e abuso.
Salvataggio: recupera i cavalli maltrattati e sequestrati da parte dell'Autorità Giudiziaria e li ospita presso il proprio Centro di recupero.
Cura: si prende cura degli equidi sequestrati fornendo cure e terapie agli animali che ne hanno bisogno, con un occhio sempre attento al loro benessere generale.
Riabilitazione: molti dei cavalli che arrivano al Centro di recupero presentano problemi comportamentali dovuti alle violenze subite. IHP si occupa della loro riabilitazione psicologica attraverso percorsi in grado di far ritrovare agli animali il loro equilibrio e la fiducia nell'uomo.
Adozioni: una volta recuperati, IHP si impegna a cercare una nuova casa ai cavalli, dopo un'attenta selezione degli adottanti.
Tutela: promuove nuove leggi per la tutela degli equidi.
Informazione e sensibilizzazione: lavora per migliorare il rapporto tra umani ed equidi attraverso la divulgazione delle conoscenze veterinarie ed etologiche.

I CAVALLI IN ITALIA
Nella legislazione italiana gli equidi sono considerati “animali da reddito”, cose.
Sebbene siano ormai in molti a considerarli animali d'affezione, purtroppo questa esigenza, sempre più sentita, non è recepita dalle attuali normative.
Gli equidi, infatti, sono gli animali più sfruttati poiché il loro impiego è davvero diversificato: li troviamo nell'ippica, negli sport equestri, nei palii e nelle altre corse storiche, nei maneggi, nelle città a trainare carrozze per turisti, nei circhi, nelle corse clandestine, fino ad arrivare alla macellazione, alla sperimentazione animale e alla produzione di pellame. Tuttavia nella maggior parte dei casi non esiste una regolamentazione per la loro tutela e alcune pratiche vengono svolte senza alcun rispetto della vita e della sofferenza di questi animali.
In generale le leggi sono ampiamente insufficienti a garantire loro la tutela necessaria e a punire adeguatamente i maltrattamenti.

IL CENTRO DI RECUPERO IHP
IHP gestisce il primo Centro di recupero in Italia per equidi maltrattati e sottoposti a sequestro, sulla base della legge 189 del 2004. Il Centro è stato riconosciuto con Decreto dal Ministero della Salute il 23 dicembre 2009.
Presso il Centro di recupero IHP i cavalli vivono in totale libertà e beneficiano di programmi di recupero sia fisico che comportamentale, finalizzati a riportarli in condizioni di benessere ed equilibrio.
L'Associazione ha creato loro condizioni ambientali simili a quelle naturali: vivono in branco in ampi spazi dove possono pascolare liberamente e avere una vita sociale.
IHP ha un proprio veterinario di fiducia che supervisiona la salute dei cavalli.
Il Centro di recupero di IHP ospita attualmente 66 equidi, quasi tutti cavalli.