Horse Protection
Italiano English
Il Parlamento Europeo richiede la fine del trasporto su lunga distanza di animali vivi nella Unione Europea

Il Parlamento Europeo richiede la fine del trasporto su lunga distanza di animali vivi nella Unione Europea
(16 marzo 2012)

Il Parlamento europeo richiede la fine del trasporto su lunga distanza di animali vivi nell'Unione Europea. La dichiarazione scritta 49/2011 ha successo! Oltre un milione di cittadini europei hanno sostenuto l'iniziativa.

Questa mattina il Parlamento Europeo ha adottato la Dichiarazione Scritta 49/2011 in merito a
stabilire un limite massimo di 8 ore per il trasporto di animali destinati al macello nell'Unione Europea.

378 (metà dei membri del Parlamento Europeo più uno) era il numero richiesto affinché la Dichiarazione Scritta diventasse una posizione ufficiale del Parlamento, e questo numero è stato raggiunto con un giorno d'anticipo.

Il documento, “che richiede alla Commissione e al Consiglio di rivedere il Regolamento 1/2005 per fissare un limite massimo di 8 ore per i viaggi degli animali destinati alla macellazione”, sarà ora trasmesso alla Commissione Europea e ai governi degli stati membri. E'stato promosso da 5 parlamentari europei: Dan Jørgensen (Socialisti e Democratici, Danimarca), Esther de Lange (Partito Popolare Europeo, Paesi Bassi), Pavel Poc (Socialisti e Democratici, Repubblica Ceca), Carl Schlyter (Verdi, Svizzera) e Andrea Zanoni (ALDE, Italia).

Questo documento fa esplicito riferimento all'oltre un milione di firme registrate sul sito www.8hours.eu . Questa grande mobilitazione di cittadini europei chiede la fine del trasporto su lunga distanza degli animali mandati al macello nell'Unione Europea.

Questa è una delle più imponenti campagne per il benessere degli animali mai condotta in Europa. E' stata lanciata da Animal's Angels (un'organizzazione internazionale che ha documentato centinaia di casi di gravi sofferenze patite dagli animali trasportati) insieme al Parlamentare Europeo danese Dan Jørgensen.

Questa mattina alcuni promotori della Dichiarazione Scritta (Pavel Poc, Carl Schlyter e Andrea Zanoni) e il parlamentare francese Michèle Striffler (Partito Popolare Europeo) sono stati in piedi di fronte all'Emiciclo, invitando i loro colleghi a firmare: è stata solo l'ultima di serie di iniziative di successo.

Organizzazioni animaliste sparse in tutta Europa sono rimaste in regolare contatto con i parlamentari europei eletti nei loro paesi per metterli al corrente della realtà dei trasporti su lunga distanza e chiedere loro di firmare la Dichiarazione Scritta 49/2011.

La lunga durata dei viaggi degli animali destinati al macello nell'UE spesso causa loro gravi sofferenze, come più volte segnalato dagli investigatori di Animals' Angels. L'attuale legislazione europea rende possibile il trasporto degli animali anche per parecchi giorni, sebbene sia scientificamente provato come le sofferenze degli animali aumentino con il prolungarsi del viaggio.

“Questo è un momento storico per coloro che hanno a cuore gli animali. L'appello di un milione di cittadini non può essere facilmente ignorato dalle istituzioni europee”, dice Christa Blanke, fondatrice e direttrice di Animals' Angels. “Ma questa è solo una pietra miliare fondamentale di una campagna che avrà fine solo quando il trasporto su lunga distanza degli animali destinati al macello sarà vietato all'interno dell'Unione Europea. Nel corso di molti anni, noi abbiamo documentato le sofferenze degli animali trasportati in Europa, e abbiamo visto che tutti i miglioramenti apportati alle regole per il trasporto sono insufficienti se il trasporto su lunga distanza continua a essere permesso.”

“La realtà è che quello che avviene oggi sulle strade europee è crudeltà verso gli animali. Questo deve finire. La Commissione Europea ha fino adesso sorvolato sulla richiesta di nuove regole per il trasporto animale, ma sarà difficile per la Commissione ignorare la richiesta del Parlamento, che si aggiunge all'oltre un milione di cittadini che chiedono la fine del trasporto su lunga distanza,” dice il Parlamentare Europeo danese Dan Jørgensen, che aggiunge: “Io ho segnalato molte volte al commissario responsabile per il benessere animale, John Dalli, che le regole per il trasporto animale necessitano di essere cambiate. Sfortunatamente egli non vede la necessità di rispondere in modo appropriato a questo appello. Ma si sbaglia, e dovrebbe agire immediatamente. Se non lo fa, dovrà spiegare ai cittadini dell'Unione Europea perché insiste nel permettere che queste crudeltà continuino.”

“Viviamo nella società del XXI secolo, una società che siamo abituati a chiamare umana. E' tempo di dimostrarlo. Sono felice che il Parlamento Europeo abbia accolto la sfida, adottando questa Dichiarazione Scritta. L'adozione di una dichiarazione scritta può essere ancora lontana delle azioni concrete e dai cambiamenti necessari, ma è un messaggio significativo, e spero che tutte queste iniziative messe insieme faranno abbastanza pressione da indurre un cambiamento politico quanto mai necessario.” (Pavel Poc, Parlamentare Europeo, Repubblica Ceca)

La Dichiarazione Scritta 49/2011 e la raccolta di un milione di firme di cittadini dell'UE è parte di una più estesa campagna (www.8hours.eu ) che chiede un limite di 8 ore per i viaggi degli animali destinati al macello. La campagna è anche sostenuta da 126 Parlamentari Europei, provenienti da 19 stati membri ed appartenenti a tutti gli schieramenti politici.

________________________________________________________________
Note:

Il documento principale dell'attuale legislazione europea che regola il trasporto di animali vivi è il Regolamento CE 1/2005. Essa permette che cavalli, altri equini e suini possano essere trasportati per 24 ore, riposare per 24 ore e poi ripartire. Bovini, ovini e capre possono essere trasportati per 14 ore, riposare per 1 ora, essere trasportati per ulteriori 14 ore, riposare per 24 ore e poi ripartire. Vitelli da latte, agnelli, puledri e maialini possono essere trasportati per 9 ore, riposare per 1 ora, essere trasportati per ulteriori 9 ore, riposare per 24 ore e poi ripartire. Questi cicli possono essere ripetuti indefinitamente.

Il Parlamento Europeo ha già richiesto una limitazione al trasporto nel 2001: “La durata del trasporto dovrebbe essere limitata ad un massimo di 8 ore o ad una distanza di 500 km nel caso di bovini, equini, ovini e suini che non siano destinati all'allevamento o ad attività sportive.” (Risoluzione del Parlamento Europeo, adottata il 13 gennaio 2001).

Il più recente video di animali trasportati dall'UE alla Turchia: http://youtu.be/rNiXxN2Kj3s. Copie disponibili su richiesta per i media.

Ulteriori informazioni sulla campagna disponibili sul sito www.8hours.eu

Sito di Animals' Angels: www.animals-angels.org

Sito di IHP: www.horseprotection.it

Elenco delle organizzazioni che hanno aderito alla campagna: http://www.8hours.eu/support

Foto e video disponibili su richiesta.

Il testo della Dichiarazione Scritta 49/2011 è disponibile su richiesta in tutte le lingue europee. La versione in inglese è on-line qui: http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-%2f%2fEP%2f%2fNONSGML%2bWDECL%2bP7-DCL-2011-0049%2b0%2bDOC%2bPDF%2bV0%2f%2fEN .

Per interviste con Christa Blanke, fondatrice e direttrice di Animals' Angels, si prega di contattare Adolfo Sansolini, coordinatore della campagna ‘8hours' nonché Responsabile Relazioni Internazionali di Italian Horse Protection al numero: +44 7983 586 295

Per interviste con il Parlamentare Europeo Dan Jørgensen, si prega di contattare Niels Fuglsang, consigliere politico, al numero: +32 48 95 46 037.